Home » C Maschile » SERIE C. La Synergy si congeda dal PalaDrago con una sconfitta. Passa la Virtus Siena:(69-77)

SERIE C. La Synergy si congeda dal PalaDrago con una sconfitta. Passa la Virtus Siena:(69-77)

Parziali : 15-29; 30-44; 46-60

Partita decisamente bruttina, anche se agonistica, quella che ha visto la ormai salva Synergy soccombere ad una Virtus Siena solo a tratti produttiva.

L’ha fatta da padrone anche il nervosismo. La Synergy voleva fare bella figura contro la blasonata avversaria, ma anche la Virtus voleva consolidare al meglio il proprio accesso ai playoff.

Espulsi Falsini e Lenardon, ma anche coach Rossi ha dovuto abbandonare il campo anzitempo per un parapiglia alla fine del secondo quarto: questo il bollettino di guerra.

Passiamo alla gara. La Virtus iniziava bene, anzi la Synergy iniziava malissimo ed era 0-11 (Olleja e Bianchi su tutti). Rossi comandava qualche nuovo innesto e l’emorragia si fermava (Basilicò, Mascherini e Brandini sugli scudi).

Il quarto proseguiva equilibrato, il senese Severini si metteva in bella mostra ma oltre alla tripla di Bianchi, era sempre Olleja a darsi maggiormente da fare dalla media distanza. Il quarto si chiudeva sul 15-29, con la Virtus ad apparire sempre di un piano superiore.

Nel secondo tempino, la Synergy provava la rimonta. Nesterini, Brandini, Norci e Tello (poco preciso il suo inizio) segnavano dalla media e da sotto gli specchi, ma la Synergy ai liberi era davvero un disastro (chiuderà sotto il 35%). La Virtus Siena rispondeva comunque a tono con Falossi e non consentiva ai sangiovannesi di avvicinarsi. La zona della Synergy metteva sempre più in imbarazzo gli ospiti. Lenardon però segnava una tripla e la maggior precisione ai tiri liberi consentiva alla Virtus di mantenersi sempre in doppia cifra di vantaggio, nonostante Falsini si mettesse in evidenza in qualche buona azione. Le squadre andavano al riposo lungo sul 30-44. Prima del rientro degli spogliatoi, l’episodio rivelato all’inizio. Gli arbitri, alla ripresa del gioco decidevano per l’espulsione di Rossi, dopo aver ricostruito i fatti con calma nell’intervallo.

La Synergy riprendeva dunque le ostilità in mano a Terrigni. La partita restava sempre equilibrata ed i tentativi dei padroni di casa di riavvicinarsi non avevano grande successo. Stagi, Pavese, Tello e Falsini alimentavano il tabellino, ma la Virtus rispondeva con Zeneli dal colorato e con il bravo Bianchi(una specie di David Moss… non solo per la capigliatura). Dopo l’ennesimo tentativo di accorciare l’elastico da parte della Synergy (tripla di Tello) la Virtus manteneva la calma e ristabiliva l’ampio vantaggio con Olleja e Ceccatelli (46-60, al 30’).

Nell’ultimo quarto, la squadra del Presidente Franco Marino dava fondo a tutte le proprie energie. Nesterini era imprendibile e Tello si ricordava di essere un cannoniere. La Synergy volava ed a metà frazione era addirittura sul -3. La Virtus, però, ritrovava fiducia nel colorato e con il solito Olleja si riallontanava di quel tanto per spegnere gli ardori di Norci e compagni. Dopo il canestro di Brandini, la Synergy si scomponeva di nuovo e la Virtus aveva da un ottimo Olleja tutti i punti necessari per chiudere con una vittoria (69-77) su una Synergy ormai esausta (canestri di Tello e Berti fuori tempo massimo per una credibile rimonta).

Il giudizio sulla condotta di gara dei due fischietti, Leoncini e Catarzi, è positivo. I due giovani direttori di gara hanno interpretato bene una gara il cui arbitraggio si è rivelato più difficile del previsto.

SYNERGY BASKET S.GIOVANNI VALDARNO: Basilicò 6, Brandini 9, Berti 2, Tello 18, Falsini 9, Pavese 4, Mascherini 4, Stagi 3, Norci 3, Nesterini 11. All.ri Rossi e Terrigni. Staff: Vannelli, Tello, Casola, Andreotti e Terrigni G.

VIRTUS SIENA: Angiolini, Cuccarese, Zeneli 11, Olleja 26, Ceccatelli 4, Severini 12, Ricci 2, Bianchi 12, Lenardon 5, Falossi 5. All.re Ceccarelli. Staff: Pallari e Ricci.

Arbitri: Leoncini e Catarzi.