Home » C Maschile » Nel derby del Valdarno, la Synergy surclassa la Fides Montevarchi (73-38)
Nel derby del Valdarno, la Synergy surclassa la Fides Montevarchi (73-38)

Nel derby del Valdarno, la Synergy surclassa la Fides Montevarchi (73-38)

Senza alcun patema d’animo, la Synergy di coach Caimi mette bene in chiaro fin dall’inizio la legge del più forte e costringe la Fides Montevarchi ad una resa senza condizioni.

La compagine di Righeschi si è presentata a San Giovanni con il nuovo pivot, Cacioli, ma anche con qualche defezione (Sereni, Caponi e Batistini) che però non lasciavano presagire la partita a senso unico vista ala PalaDrago, con gli arancio-verdi a dominare in lungo ed in largo.

Il team guidato da capitan Basilicò (orgoglioso autore di una bella prestazione, dopo le recenti opacità) non ha consentito ai verdi ospiti di entrare in partita già dalla palla a due. La zona pari, ordinata da Caimi fin dall’inizio, ha infatti arenato tutti i tentativi della Fides di mettersi su un binario che avrebbe gradito di più, lasciando praticamente a secco cannonieri del calibro di Dainelli, Bonciani e Vasarri (infortunatosi, però, nel secondo tempino).

Nella Synergy, ha funzionato benissimo l’ossatura Tello-Pelucchini-Basilicò, mentre Malacario è stato un gigante in area (19 rimbalzi, ma anche 6 recuperi) ma pessimo al tiro (3/17). Per la Fides c’è da salvare davvero poco, magari solo qualche fiondata del preciso Rotolo, ma almeno Righeschi ha avuto modo di testare per lunghi minuti alcuni dei talenti in crescita del proprio vivaio come Bonciani e soprattutto il bravo Malatesta.

Priva di Norci e con Cardo a mezzo servizio per i postumi di un’indisposizione, la Synergy ha iniziato la gara a tamburo battente e con la zona ha subito messo in imbarazzo la Fides. Tello e Pelucchini erano precisi dalla lunga distanza, mentre per la Fides solo Dainelli riusciva a capitalizzare qualcosa. La bordata da tre di Basilicò e la zampata del grintoso Malacario mettevano quindi la pietra tombale sul primo quarto (13 a 7).

Nel secondo quarto, le rotazioni di Caimi ottenevano ancor più pregio. Stagi, Nesterini ed ancora Tello e Malacario portavano il distacco in doppia cifra, ma la Fides tentava disperatamente di restare agganciata con qualche invenzione di Rotolo e Cetoloni. La Synergy era però decisissima: con prepotenza, Tello martellava in percussione mentre l’ottimo Pelucchini ed il lucido Basilicò lanciavano precise fiammate dalla distanza. Nonostante la tripla di Rotolo e sotto la spinta del duo Basilicò-Tello, la Fides scivolava ineluttabilmente sempre più giù, fino al 39 a 21 dell’intervallo lungo.

Alla ripresa del gioco, la sensazione era che la gara fosse già finita e la Fides nulla sembrava poter mettere in atto per contrastare tale impressione. Bonciani e Caciolli comunque si scrollavano di dosso qualche timidezza, ma le triple di Tello (da nove metri) e Basilicò rendevano inutile qualsiasi rinfocolamento di speranze da parte della Fides. Rotolo ed ancora Cacioli rintuzzavano ancora un po’ il punteggio ma lo sforzo serviva solo a far chiamare un paio di time out roventi a coach Caimi che mostrava di non aver voglia di assistere a rilassamenti di sorta. La scossa aveva i suoi effetti, Malacario ed altri due triploni di Pelucchini (anche 12 rimbalzi) consentivano infatti alla Synergy di chiudere il terzo quarto sul 55 a 32.

L’ultimo quarto era solo garbage time, ma così per dire visto che la Synergy non toglieva il piede dall’acceleratore e la Fides doveva suo malgrado adeguarsi. Brandini e Tello erano precisi dall’arco mentre dall’altra parte il solo Bonciani tentava qualche avventura di successo in area arancio-verde. Il distacco diventava quindi abissale dopo le scorribande in contropiede del rinato Basilicò e del finalmente impavido Brandini, mentre l’agonista Innocenti chiudeva la propria buona prestazione e l’intera partita con un bel canestro dalla distanza (73-38, al 40’).

Discreto l’arbitraggio del duo in grigio, Bonacchi e Bertuccelli.

NOTA: La gara è stata preceduta da un minuto di raccoglimento in ricordo del papà di Alberto Martini, storico capitano della Fides, presente in panchina per gli ospiti.

 

Parziali: (13-7; 39-21; 55-32)

 

TABELLINI

SYNERGY BASKET VALDARNO: Nesterini 2, Cardo, Basilicò 16, Malacario 7, Bucciolini, Brandini 7, Tello 21, Stagi 3, Pelucchini 15, Innocenti 2. Coach Caimi. Staff: Rossi, Finetti, Prisinzano, Vannelli e Cardo.

FIDES MONTEVARCHI: Rotolo 11, Baldini F., Bonciani 6, Cetoloni 4, Cacioli 8, Baldini A., Vasarri, Dainelli 4, Malatesta 1, Neri 4. All.re Righeschi. Staff: Parigi, Martini, Castellucci, Baldini e Dami.