Home » Breaking News » E così C siamo rimasti…in Gold!
E così C siamo rimasti…in Gold!

E così C siamo rimasti…in Gold!

 

Nell’estate 2016, dopo la promozione in serie C Gold si pensava se avventurarsi o no in questa categoria; ci si chiedeva se poteva essere alla nostra portata (organizzativa, economica,…).
Beh, siccome la categoria era stata conquistata sul campo dai nostri valorosi ragazzi, al massimo ci saremmo giocati la retrocessione in C Silver…perché avremmo dovuto rinunciare? Fatti i dovuti conti (anche per non fare “il passo più lungo della gamba”) abbiamo detto si.
Obbiettivo: fare del nostro meglio dando il massimo. Creare un bel gruppo di ragazzi, far appassionare e divertire il nostro pubblico. E questo fu il messaggio che il Presidente Rossi dette alla squadra ed allo staff tecnico all’inizio del campionato.
Ci stava la retrocessione diretta, ci poteva stare la salvezza diretta in categoria, ci potevano stare i playout.
E playout sono stati; salvezza pure!
È stato un anno difficile…basta ricordare: gli infortuni di Cardo, Bucciolini, Yerandy, Norci, Pelucchini, Mecaj, Dainelli, le partite importanti nelle quali ci siamo dovuti presentare in 7, a volte con i ragazzi del settore giovanile (Under 20 e Under 16 ai quali va uno dei tanti ringraziamenti); e poi il capitano Basilico’ che lascia per motivi di lavoro…insomma siamo stati perseguitati! Ma questi valorosi ragazzi, con alla guida coach Caimi ed il vice Giuliana, hanno sempre lottato contro tutto e tutti. E poi lo spettacolo dato nella gara due dei playout: solo chi li ha abbracciati a fine partita sa che non hanno sudato le fatidiche sette camicie…ne hanno sudate molte DI PIÙ!!
La società deve ringraziarli per la loro abnegazione e soprattutto per la loro splendida passione! Ci hanno fatto soffrire, inc….are, spalpitare ma anche divertire!!
Il nostro obiettivo è stato raggiunto: fare del nostro meglio dando il massimo. Ebbene possiamo dire di aver creato un bel gruppo di ragazzi, abbiamo visto fino ad oggi il paladrago pieno di bambini, ragazzi ed adulti appassionati (speriamo si siano divertiti…), e passando per qualche gara da dimenticare, qualche partita sfortunata, qualcun’altra quasi perfetta, ci siamo giocati tutto ai playout.
La società deve ringraziare anche tante altre persone: il pubblico, che almeno nelle partite casalinghe ha dato una grossa mano. Gli addetti alla statistica, alle musiche, al pulmino, alla comunicazione, gli addetti al campo e agli arbitri…insomma grazie SYNERGY!!!